GOCCLES


CLICCA QUI PER LE VALUTAZIONI CLINICHE DI DENTAL ADVISOR

GOCCLES – Occhi sulla prevenzione

GOCCLE-4T_QuattroTi

GOCCLES: RILEVA LE LESIONI CANCEROSE E PRECANCEROSE

GOCCLES®, Dispositivo medico innovativo ideato dal team di Chirurgia Orale e Maxillo-Facciale dell’Università Cattolica di Roma – Policlinico Gemelli, è un occhiale dotato di un filtro ottico brevettato per essere utilizzato in combinazione con qualsiasi lampada fotopolimerizzante disponibile negli studi dentistici.

GOCCLES® permette l’osservazione della fluorescenza della mucosa sana ed aiuta a rilevare le lesioni precancerose e cancerose sospette che talvolta risultano poco o totalmente invisibili ad occhio nudo.

PERCHÈ UTILIZZARLO?

LAMPADA FOTOPOLIMERIZZANTTE

GOCCLE-Lampada-Polimerizzante-4T_QuattroTiLampada Fotopolimerizzante

GOCCLES® funziona in combinazione con le luci polimerizzanti comunemente disponibili negli studi odontoiatrici e non richiede dispositivi monouso o accessori aggiuntivi. Quando le lampade fotopolimerizzanti irradiano la mucosa, una molecola specifica (Flavina Adenina Dinucleotide – FAD) viene eccitata ed emette una debole luce visibile solitamente con filtri speciali.

 

FILTRO OTTICO

Innovativo filtro ottico brevettatoGOCCLE-Filtro-4T_QuattroTi

GOCCLES® è dotato di un filtro ottico brevettato, concepito e realizzato in Italia, che permette di isolare la fluorescenza emanata dalla molecola FAD favorendo l’osservazione di lesioni sospette della mucosa orale. Il filtro unico di GOCCLES® inoltre migliora l’identificazione dei margini delle lesioni cancerose e precancerose.

 

ACCESSIBILE E DI FACILE UTILIZZO

GOCCLE-Facile-utilizzo-4T_QuattroTiAccessibile e di facile utilizzo

Un prodotto di semplice utilizzo che offre la possibilità di lavorare con le apparecchiature esistenti ottimizzando i costi.

 

 

 

STUDIO CLINICO

GOCCLE-Studio-Clinico-4T_QuattroTiSTUDIO CLINICO

GOCCLES® è stato testato nel corso di due studi, uno dei quali multicentrico, su un totale di 78 lesioni diverse: dal follow-up di pazienti affetti da carcinoma orale a pazienti con lesioni sospette presentate per la prima volta all’attenzione dei medici.

GOCCLES® ha contribuito ad osservare il fenomeno della perdita di autofluorescenza in vari casi specifici (lieve, moderata e grave displasia, carcinoma in situ, cancro orale invasivo). In quattro casi sono state osservate lesioni altrimenti invisibili ad occhio nudo.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE…